Cosa NON è l'email marketing?


Come sempre, ci sono persone che pensano che qualsiasi strategia vada bene. Le persone che pensano che aggiungere valore stia provando ad approvare i loro lettori tutti i loro prodotti. Che siano buoni o no, vogliono solo i loro soldi facili. Sono quelli interessati da Paypaltia o dipendenza da operazioni di acquisto.

E pensi che stia aggiungendo valore? Non è uno scherzo.

Pertanto, non confondere l'email marketing con:

  • SPAM: inviare e-mail commerciali senza fare rima o ragione. Qui già non importa tutto. SPAM sta provando a vendere dalla pesantezza e dalla situazione di stallo. Sono quelli che giocano per ottenere vendite per fortuna e per legge di probabilità. "Se invio email 10,000, cadrà qualche vendita forzata." Assurdo.
  • Annoia i tuoi lettori: una persona si è appena iscritta al tuo blog perché la tua linea editoriale lo adora e vuole saperne di più su di te. Ma confondi colui che ti ha dato quella piccola libertà con lo schiacciare l'ufficio postale. Risultato? Lettore che annulla la sottoscrizione

Che un lettore ti dia la sua email non implica che tu diventi un robot senza un'anima . Al contrario, quel gesto di fiducia che hai avuto con te dovrebbe pagarlo offrendo contenuti migliori. E, naturalmente, anche vip contenuto: informazioni a cui solo gli abbonati possono accedere.

Ricorda lo stesso Seth Godin e il suo concetto di marketing autorizzato. Godin sostiene che la pubblicità convenzionale ha i suoi giorni contati. Tale è stato il bombardamento a cui ci hanno sottoposto, che i messaggi pubblicitari non hanno più alcun impatto. Scivolano.

Ecco perché Godin opta per il marketing delle autorizzazioni . E questo consiste nel chiedere agli utenti se sono disposti a interagire con noi.

Ovviamente non accetteranno tutti, ma quelli che lo faranno saranno molto più aperti ad ascoltare il nostro messaggio. Le regole del gioco sono cambiate mio amico.